Intimidazioni al giornalista Salvo Palazzolo

Le Acli di Palermo esprimono la loro solidarietà al giornalista di Repubblica Salvo Palazzolo per le minacce ed intimidazioni ricevute. La libertà di stampa e di informazione sono diritti costituzionali che non possono essere negati o limitati che vanno sempre salvaguardati a garanzia della democrazia.

“Siamo certi -dichiara Nino Tranchina, presidente delle ACLI Palermo-che il giornalista Palazzolo non si lascerà intimidire ma continuerà con la stessa determinazione la sua preziosa attività di cronista. L’episodio è fortemente preoccupante dimostrando quanto i criminali, siano sempre alla ricerca di approfittare di ogni situazione di debolezza e di disagio sociale per rafforzare la propria presenza e dimostrare che controlla il territorio. Riteniamo-conclude Tranchina-che non ci può essere vera solidarietà e welfare se non radicati nella rispetto della legalità e dei diritti umani.”